Dizionario Latino-Italiano


 Cerca a tutto testo   Cerca nelle forme flesse



cīvĭtās
[cīvĭtās], civitatis
sostantivo femminile III declinazione

vedi la declinazione di questo lemma

1 condizione di cittadino, diritto di cittadinanza
2 città intesa come complesso dei suoi abitanti, cittadinanza intera
3 Stato, nazione
4 Roma

permalink
<<  cīvis cīvĭtātŭla  >>

Locuzioni, modi di dire, esempi


coactu civitatis = per istigazione del popolo || commota civitas = città agitata || a civitatibus = per le città || civitas humilis = città modesta || civitas Helvetia = la nazione elvetica || civitati proficere = essere utile alla città || civitas Halicyensis = città di Alicia || administratio civitatis = amministrazione della città || ad civitatem ascensus = ascensione al diritto di città || ad civitatis disciplinam = conforme alle consuetudini d’una città || actor civitatis = incaricato degli interessi della città || civitas florens = città fiorente || civitatem perverto = mandare in rovina la città || civitas immutata (est) = la città ne risultò trasformata || civitatis gravitas = importanza di una città || civitatis eluvies = rovine della città || civitatis discriptio = regime politico, costituzione della città || aegra civitas = città malandata (per sventure) || civitatis disciplina = regime politico, forma di governo || civitas ingemuit = la città si dolse || affecto civitates = cercare di guadagnarsi il favore delle città || civitatis administratio = amministrazione della città || civitatem increpo quod… = biasimare i cittadini per il fatto che… || civitatem Mamertinam = la città dei Mamertini || ab civitate interfectus = giustiziato per decreto pubblico || civitatem recipio = ricevere la sottomissione di un popolo || civitas Eburovicum = la città degli Eburovici (= Evreux) || dico (me) in civitatem = farsi cittadino di una città || civitas beatissima = città fiorentissima || civitas alicui vectigalis = città sottoposta a tributo a beneficio di uno || civitas aegra = città malridotta || do civitatem alicui = accordare la cittadinanza a qualcuno || civitatem exstruere = costruire (idealmente) uno Stato || civitates finitimae = città limitrofe || civitates adfecto = cercare di cattivarsi le città || civitates exinanitae = città interamente sprovviste (di grano) || biceps civitas = città divisa in due fazioni || civitas biceps = città divisa in due fazioni || civitates rego = governare le città || civitates quae defecerant = le popolazioni che avevano defezionato || civitas discors = stato diviso || civitatem furor = appropriarsi del titolo di cittadino || civitas constituta = città con costituzione e leggi ben stabilite || accipio aliquem in civitatem = accogliere qualcuno nella cittadinanza romana || ademptio civitatis = privazione del diritto di cittadinanza || adimo alicui civitatem = privare qualcuno della cittadinanza || Agyrinensis civitas = la città di Agirio || civitates adiungo = procurarsi l’alleanza di città || ampla civitas = città importante || civitatum … fabricatores = fondatori di città || aliquem civitate recipere = ricevere qualcuno al rango di cittadino (= dargli la cittadinanza) || civitatem alicui adimo = togliere a qualcuno la cittadinanza || civitatem ab aliquo percipio = ottenere la cittadinanza da qualcuno || eam labem civitatibus opulentis repertam ut magna imperia mortalia essent = questa causa di rovina per gli Stati potenti fu trovata per rendere caduchi i grandi imperi || clades civitatis = malanno dello Stato || aliquem de civitate extermino = bandire qualcuno dalla città || civitate mutor = esser costretto a mutar cittadinanza || aliquem civitate dono = concedere a qualcuno il diritto di cittadinanza || facile civitatis suae princeps = il primo incontestato dei suoi concittadini || alienae esse civitatis = essere straniero || civitas religiosa = cittadini pieni di scrupoli religiosi || civitate cessit = se ne andò dalla città || commenticia civitas Platonis = repubblica ideale di Platone || colloco propinquas suas nuptum in alias civitates = dare dei parenti in matrimonio in altre città || civitatium salus = la salvezza degli stati || civitas popularis = governo democratico, democrazia || beatissima civitas = città molto ricca || civitatis gubernatio = governo della cosa pubblica || amicae civitates = città alleate, confederate || civitatem efficio = costruire una città (immaginare una città ideale) || civitatis mentio = il ricordare il titolo di cittadino || aliquem civitatem dare = concedere a qualcuno il diritto di cittadinanza || auctor suae civitatis = rappresentante della sua città || hac commemoratione civitatis = ricordando così il suo titolo di cittadino || armata civitas = la cittadinanza in armi || Aureliana civitas o Aurelianensis urbs = città della Gallia, l'attuale Orléans || civitatis querelae = denunce della città || civitatem amitto = perdere i diritti di cittadino || civitas adhuc turbida = città ancora eccitata || labes atque eluvies civitatis = rovinoso sovvertimento dello Stato || civitas bene morata = città ben costumata || civitates calamitate submissiores = resi meno fieri dalla disfatta || civitas, quae tibi una in amore fuit = città che per eccellenza ha fatto parte dei tuoi affetti || civitate aedificando occupata = mentre i cittadini erano occupati nell'opera di costruzione || civitas ampla atque florens = nazione potente e florida || civitas suffecturum probat = la città lo ritiene idoneo || civitates ad amicitiam adiungo = farsi alleate le città || civitas vinci insueta = la città non abituata a essere vinta || macte fortissimam civitatem = gloria, onore a te, fortissima città || civitas suspensa metu = città tenuta in sospeso dalla paura || civitas secum ipsa discors = la città, divisa da lotte intestine || civitas magna et opulens = città grande e ricca || civitas meis beneficiis ornata = patria colma dei miei benefici || civitatem Romanam indulsisti = hai concesso la cittadinanza romana || civitatem copiis locupletiorem = una città più ricca di risorse || civitas inops consilii = città irresoluta, incapace di prendere una iniziativa || civitatem alicuius immunem esse iubeo = dispensare dal tributo || civitas fenore laborabat = i cittadini erano tormentati dall'usura || civitas erat exigua et infirma = erano una popolazione scarsa e debole fisicamente || civitas quae est constitutio populi = la cittadinanza che è l'organizzazione del popolo || civitatem … immunem esse iusserat = aveva ordinato che la cittadinanza fosse esente da tributi || civitatem in officio contineo = tenere a dovere il popolo || civitatem Romanam usurpo = arrogarsi illegalmente i privilegi di cittadino romano || civitatem tabernae habitu abolefacio = trasformare l'aspetto della città in quello di una taverna || civitas quam semper aluisset = popolo che aveva sempre cercato di far crescere || civitas conficientissima litterarum = città diligentissima nel tenere i registri || civitas confecta senio est = città immersa nell'afflizione || civitatem in libertatem repeto = far tornare alla libertà uno stato || ascribi se in eam civitatem voluit = volle essere iscritto tra i cittadini di quella città || alii alia in civitates suas dilapsi sunt = chi per una via, chi per l'altra si dispersero nelle proprie città || alicui regnum civitatis defero = accordare a qualcuno la sovranità || adiungo civitates ad amicitiam = guadagnare delle città a un'alleanza || civitatis decus sustinere = tutelare il prestigio della città || civitatibus milites imperare = ordinare alle città di fornire dei soldati || ad sollicitandum statum civitatis = a minare la stabilità interna || civitatibus iura describo = dare alle città una legislazione determinata || ad sollicitandas civitates nitor = sforzarsi di guadagnarsi le popolazioni || civitates, quae in id forum conveniunt = le città che dipendono da questo foro (= tribunale) || civitates tributis libero = esentare la cittadinanza dai tributi || aliis in civitatibus adscriptus = iscritto nelle liste d’altre città || auctoritatem vestram e civitatem extermino = estirpare la vostra autorità dalla città || civitatis mutandae ius = diritto di cambiare cittadinanza || adsignor civitati opus = che fosse assegnato alla città il lavoro || Sabinos in civitatem adscivit = accolse i Sabini nel diritto di cittadinanza || pactiones conficio cum civitatibus = concludere dei contratti di aggiudicazione con le città || pacatae tranquillaeque civitates = città che godono la pace e la tranquillità || clamitans liberum se liberaeque esse civitatis = gridando che egli era un uomo libero e di una nazione libera || bene constituta civitas = città ben regolata da leggi || civitatum auctoritates ac litterae = i mandati scritti delle città || bello civitatem persequor = muovere guerra a oltranza contro un popolo || Athenienses prudentissima civitas = gli Ateniesi, popolo assai prudente || Arretinis adempta civitas est = agli Aretini fu tolta la cittadinanza || ab amicissimis civitatibus legationes = delegazioni mandate dalle città più amiche (di Roma) || civitates stipendiarias habeo = tenere le popolazioni soggette a tributo || civitates sociae Ptolemaei = le città alleate di Tolomeo || civitates ex Sicilia permultae = moltissime città della Sicilia || civitates Oceano coniunctae = città sulla sponda dell'Oceano || civitates liberae atque immunes = città indipendenti e non soggette a tributi || ea civitas quae tibi una in amore fuit = quella città che avevi particolarmente a cuore || civitatis personam gero = essere il rappresentante della città || Centuripina, Catinensis civitas = la città di Centuripe, di Catania || civitates formidine adfecto = trascinare le città nel terrore || Centuripinorum fidelissima civitas = la fedelissima città di Centuripe || aliam aliarum civitatium condicionem esse = che le città versavano in condizioni diverse l'una dall'altra || adscribi se in eam civitatem voluit = volle essere iscritto fra quei cittadini || civitates contrariae Pompeio = città ostili a Pompeo || civitates condo o constituo = fondare delle città, degli stati || civitates quae cum Sertorio steterant = le città che avevano parteggiato per Sertorio || abrumperet vitam ab ea civitate = spezzasse i legami tra la (sua) vita e quella città || ea (= vitia) infundunt in civitatem = li diffondono (= i vizi) tra i cittadini || abrumpo vitam a civitate = rompere con la patria || abstraho a servitio civitatem = affrancare la città dalla servitù || civitates condo novas = costituire nuovi Stati || ad recipiendas Asiae civitates = per impadronirsi delle città dell'Asia || civitates adduco ad suscipiendum bellum = indurre le città a intraprendere la guerra || eadem largitione civitatum quoque ac provinciarum animos aggressus = guadagnatosi con la medesima liberalità anche il favore delle città e delle province || complures civitates in fidem recipit obsidibus firmat = accetta la sottomissione di parecchie popolazioni e se ne assicura richiedendo ostaggi || civitatum eversores vel fabricatores = distruttori e fondatori di città || civitates ab eius amicitia avertebat = distaccava le città dall’alleanza di Cesare || civitatum animos litteris tempto = cercare di cattivarsi le popolazioni inviando lettere || civitatum animo calamitates colligo = passare in rassegna col pensiero le disgrazie delle città || civitates terrae motu… afflictas = città colpite dal terremoto || civitates quae ad Caesaris amicitiam accesserant = le popolazioni che avevano accettato l'amicizia di Cesare || civitatibus magnas imperare pecunias = imporre alle città il tributo di forti somme di denaro || civitatem negavit, immunitatem obtulit = rifiutò la cittadinanza ma offrì l'esenzione dai tributi || civitatibus pecuniarum summas describo = fissare imposizioni in denaro alle città || civitates ostentando praemia adfectare = cercava di guadagnare alla sua causa le città prospettando premi || civitatem, quam minimam potuit, effecit = egli ha reso la città più piccola possibile || civitatem facti hostilis purgo = giustificare la città per un atto ostile || civitatem et suburbana funditus everto = rivoltare da cima a fondo la città e i suoi quartieri || iam ante religio civitatis apparuerat = già prima si era manifestato il sentimento religioso della città || civitates has sua diligentia adiuncturum = (discorso indiretto) con opera accorta avrebbe legato a sé queste (popolazioni) || habetis unius civitatis firmum auxilium amissum = è ormai chiaro per voi che il valido aiuto di una singola città andò perduto || casu civitatis Gomphensis cognito = avendo appreso la sorte della città di Gomfi || asciti simul in civitatem et patres = ammessi allo stesso tempo tra i cittadini e tra i patrizi || civitas ascensu perangusto meabilis = città accessibile per uno strettissimo passaggio || civitas deorum indulgentiam promerita = una città che ha meritato la benevolenza degli dèi || civitas ignobilis atque humilis = popolo ignoto e di nessun conto || civitas in Bruti fide locata = città posta sotto la protezione di Bruto || civitas in Catonis fide locata = città posta sotto la protezione di Catone || a me tantus tumultus iniectus civitati = che io avessi gettato così tanto scompiglio nella città || civitas intestino flagrabat odii = la città era infiammata da odi intestini || civitas … sollicita de belli eventu = la città in ansia per l'esito della guerra || area in qua civitatem exstrueret arbitratu suo = un'area su cui costruire una città (ideale) secondo i suoi criteri || auro civitatem a Gallis redemistis = riscattaste la città dai Galli con l'oro || ab omnibus civitatibus testimonia sumo = raccogliere testimonianze da tutte le città || fabula una erat in tota civitate = in tutta la città non si parlava d'altro || ad Venetos, Venellos, Osismos … quae sunt maritimae civitates = presso i Veneti, i Venelli, gli Osismi, che sono popolazioni marittime || ad illam labem atque eluviem civitatis = a quella completa rovina della città || alius alia via civitatem auxerunt = (due re) uno in un modo, uno in un altro accrebbero la città || laborabat ut reliquas civitates adiungeret = faceva degli sforzi per radunare le altre città || ceterarum civitatum damna ac detrimenta = essere colpito dai danni e dalle perdite delle altre città || aliquem in civitatem ascisco o recipio o sustineo = ammettere qualcuno come cittadino || civitas minime in captivos indulgens = una città assolutamente inflessibile con i prigionieri || civitas obligata sponsione commissa = città obbligata all'adempimento della garanzia || bene morata et bene constituta civitas = Stato ben governato e saldamente costituito || civitas quae … falsos pavores induerat = (città) che soggiaceva a terrori immaginari || Alexandria vertex omnium est civitatum = Alessandria è la regina di tutte le città (d'Egitto) || civitas pavida et servitio parata = la cittadinanza spaventata e pronta a sottomettersi || civitas quam ipse semper aluisset = una città che sempre aveva lui stesso sostenuto (aiutata a svilupparsi) || civitas rimandis offensis sagax = città sagace nello scrutare i malumori || civitas sine suffragii latione = cittadinanza romana senza diritto di voto || civitas talibus inceptis abhorrebat = la cittadinanza era avversa a tali imprese || avum suum civitatem a Cn. Pompeio percepisse = (sostiene che) il suo avo ottenne da Gneo Pompeo la cittadinanza (romana) || civitas poenae aut praedae fuit = la città fu sottoposta a pene o al saccheggio || civitas omnis in publicum effusa = tutta la gente riversatasi all'aperto || adeo circumspecta civitatis nostrae verecundia fuit = la deferenza della nostra città era così circospetta || Sabinis sine suffragio data civitas = ai Sabini (fu) data la cittadinanza senza diritto di voto || earum civitatum principes donis pollicitationibusque adliciebat = allettava i loro capi (= delle popolazioni) con doni e con promesse || raptis armis ad caedem innoxiae civitatis = prendendo le armi per far strage di una comunità innocente || ad quod (bellum) gerendum ferociorem reddidit civitatem = sviluppò l’ardore bellicoso dei cittadini || amitti civitatem Romanam alia ascita = (si spiega) che la cittadinanza romana si perde quando si è acquisita quella di un'altra città || civitati (= civibus) persuasit ut de finibus suis exirent = persuase i suoi concittadini a uscire dal loro territorio || ea civitas quam meus frater in primis colit atque diligit = (quella città) prima fra tutte mio fratello venera amorevolmente || aliquo si non bono at saltem certo statu civitatis = in una sistemazione della vita cittadina non dico buona, ma almeno stabile || a vitae consuetudine et a civitatum moribus abhorrebant = si allontanavano dalla consuetudine della vita e dai costumi degli Stati || paene maestior exercitu ipso civitas esse = (infinito storico) i cittadini erano quasi più addolorati dell'esercito stesso || civitates quas aut vicerat Philippus aut emerat = città che Filippo aveva vinto o comprato || C. verres … Siculorum civitates vastasse (= vastavisse) … dicitur = Gaio Verre è imputato di avere depredato le città siciliane || adeo ut peregrinari in aliena civitate videare = videaris = fino al punto di dare l'impressione di soggiornare in una città straniera || pacem et amicitiam cum proximis civitatibus confirmo = confermare le relazioni pacifiche e amichevoli con gli stati vicini || binos censores in singulas civitates discribebat = destinava due censori per ciascuna città || civitatis, rei publicae forma o status = forma di governo di uno Stato || captae civitati leges imponere tendent = si cerca di imporre le proprie leggi alla città conquistata || ubi est crimen? quod eum Pompeius civitate donavit? = dov'è la colpa? nel fatto che Pompeo gli ha dato la cittadinanza? || pacem inter duas civitates concilio = far concludere la pace fra due città || aliquem in vim populi Romani civitatem suscipio = ammettere qualcuno tra i cittadini romani || civitatis mores quos … luxuria atque avaritia vexabant = i costumi della città, travagliati dalla fastosità e dalla brama di ricchezze || amisimus colorem et speciem pristinam civitatis = abbiamo perso il colore e la forma dell'antica costituzione (= non ne abbiamo nemmeno più l'aspetto) || aliis ad regem trahentibus civitatem aliis ad Romanos = gli uni che tiravano dalla parte del re, gli altri dalla parte dei Romani || eae civitates contra nos ambae faciunt in hoc tempore = in questa occasione esse (= le città) sono ambedue contro di noi || o … correctorem atque emendatorem nostrae civitatis = o quale emendatore e riformatore della nostra costituzione || a civitatibus pecunias classis nomine coegisti = esigesti denaro dalle città con la scusa della flotta || certare ausi sumus cum parentibus quaeque civitas et conditoribus suis = ognuna delle nostre città ha osato rivaleggiare con la propria madrepatria || civitatem Atheniensium turbido incessu exterritam = gli Ateniesi atterriti dal furioso ingresso (di Pisone) || civitas omnis … mira densitate nos insequitur = tutta la città ci segue formando un corteo straordinario || civitatem extendere paene usque Alpes = estendere il diritto di cittadinanza romana quasi fino alle Alpi || civitates eae perpetuo in Romanos odio certavere (= certaverunt) = quelle popolazioni combatterono con i Romani con odio senza fine || Galliae … obligatae recenti dono Romanae civitatis = le Gallie (erano) legate (a Galba) dal dono recente della cittadinanza romana || civitatem sine suffragii latione do = concedere la cittadinanza senza il diritto di voto || civitas contacta rabie duorum iuvenum = la città raggiunta dalla rabbia dei due giovani || civitatem, ut abs te adfecta est, ita in te esse animatam videmus = notiamo che la città ha sentimenti verso di te rispondenti alla condizione nella quale tu l’hai ridotta || civitates … omnes cuncta Asia atque Graecia = tutte le popolazioni nell'intera Asia e in Grecia || ea civitas maximam habet opinionem virtutis = questa città ha la più grande fama per coraggio || civitas praedae tibi et quaestui fuit = la città è stata per te fonte di preda e di profitti || ea autem forma civitatis mutabilis maxime est = e tale forma di costituzione è assai mutevole || civitas trepida antea laeta agere = la città, dapprima timorosa, era colma di gioia || apud finitimas civitates largiter posse = (discorso indiretto) era molto potente presso le popolazioni vicine || civitates in antiquam imperii formulam redigo = ricondurre le città all'antica condizione di sudditanza || civitas quae numerosissima provinciae totius perhibetur = popolazione che è ritenuta la più numerosa dell'intera provincia || civitas cuncta vacuatur studio visionis = tutta la città si svuota per curiosità di (andare a) vedere || census in civitate et discriptio centuriarum classiumque non erat = non vi erano nella città il censimento e la divisione per centurie e per classi || civitatis nostrae mores quies plurimis vitiis respersit = la quiete ha macchiato di molti vizi i costumi del nostro Stato || civitatium principibus cum consul pretia poenasque exsolvisset = il console, avendo distribuito premi e castighi ai maggiorenti delle città || bello Macedonico Rhodiorum civitas infida et advorsa nobis fuit = durante la guerra macedonica la città di Rodi fu sleale e ostile nei nostri confronti || agros quos fructuarios habent civitates vult immunes esse = vuole che siano esenti da tributi i campi che le città hanno in usufrutto || civitas eodem anno Othonem, Vitellium passa = città che in un solo anno aveva subìto Otone e Vitellio || Amisenorum civitas et libera et foederata legibus suis utitur = la città libera e federata di Amiso si amministra con un suo proprio codice || civitas improba antea non erat ; etiam erat inimica improborum = prima, questa città non era perversa, anzi essa era nemica dei perversi || civitas incredibile memoratu est quantum brevi creverit = è incredibile a dirsi quanto si sia ingrandita la città in poco tempo || civitates in dicionem potestatemque populi Romani redigo = sottomettere città all’autorità e all’imperio del popolo romano || aspice nobilissimarum civitatum fundamenta vix notabilia = guarda le fondamenta di città famosissime, ora a stento riconoscibili || armorum quantum quaeque civitas domi efficiat constituit = stabilisce quante armi deve costruire in patria ogni popolo || L. Philippus, eloquentia, gravitate, honore florentissimus civitatis = Lucio Filippo, uno dei cittadini più illustri per eloquenza, rettitudine e autorità || civitatis … mores magis corrigit parcitas animadversionum = la moderazione nella punizioni serve di più a correggere i costumi dei cittadini || civitates eo processuras, unde receptum ad paenitendum non haberent = le città arriveranno al punto che il ritorno al pentimento non sarà più loro possibile || ad urbem venienti tota obviam civitas processerat = tutta la cittadinanza si era fatta incontro a costui che veniva verso la città || civitatis (= civitates) aut condo novas aut conservo iam conditas = fondare nuovi Stati o conservare quelli già fondati || a regendis civitatibus totos se ad cognitionem rerum transtulerunt = rinunciarono al governo della città per dedicarsi interamente allo studio della natura || ad id quod solum prope in civitate sincerum sanctumque restat = quasi alla sola cosa che rimane incorrotta e pura nello Stato || civitatibus pro numero militum pecuniarum summas discribo = assegnare alle città il versamento di somme di denaro in cambio del (loro) contingente di soldati || Clausus simul in civitatem Romanam et in familias patriciorum adscitus est = a Clauso furono conferiti insieme la cittadinanza romana e il patriziato || causa de ordine, de civitate, de libertate, de capite hominis = una causa che tratta del rango, del diritto di cittadinanza, della libertà, dell'esistenza di un uomo || Gallici tumultus praecipuus terror civitatem tenuit = una straordinaria paura del pericolo gallico invase la città || arrecta omni civitate quanta fides amicis Germanici (esset) = mentre la città era tutta tesa a vedere a che grado di fedeltà sarebbero giunti gli amici di Germanico || audivimus nihil aliud nisi civitatum gemitus ploratus = non ho sentito parlar d'altro se non di popolazioni che gemono, che implorano || adventus L. Nasidii summa spe et voluntate civitatem compleverant = l'arrivo di Nasidio aveva riempito la popolazione di grande speranza ed entusiasmo || civitatibus maxima laus est quam latissime circum se … solitudines habere = è un grandissimo merito per una popolazione avere intorno a sé luoghi deserti per il più vasto tratto possibile || civitatem a Caesare impetravit … itaque nunc P. Cornelius vocatur = ha ottenuto da Cesare la cittadinanza (romana), per questo egli si chiama ora Publio Cornelio || hac una fiducia civitatis quocumque venerint hanc sibi rem praesidio sperant esse futuram = con la totale fiducia che hanno nel loro titolo di cittadini, essi sperano che, ovunque andranno, questa qualità li tutelerà || haec fama civitates nonnullas ab eius amicitia avertebat = questa voce allontanavano parecchie città dall'amicizia di Cesare || civitas, quam ipse semper aluisset omnibusque rebus ornasset (= ornavisset) = popolo che egli aveva sempre cercato di rendere prospero e fornito di tutto quanto || accedebat huc quod Dumnorix dixerat sibi a Caesare regnum civitatis deferri = a questo si aggiungeva che Dumnorige aveva detto che il potere sulla popolazione gli era stato conferito da Cesare || civitatem Romanam usurpantes in campo Esquilino securi percussit = fece decapitare nel campo Esquilino coloro che indebitamente si arrogavano la cittadinanza romana || Aequorum iam velut anniversariis armis adsueverat civitas = i Romani erano ormai avvezzi alle guerre con gli Equi, quasi di rito ogni anno || civitas … intestino inter patres plebemque flagrabat odio = la città ardeva dell'odio intestino tra patrizi e plebei || ceteras (civitates) fidas, solos Rhodios fluctuantes invenisse = avevano trovato le altre popolazioni fedeli, soltanto i Rodiesi vacillanti || civitatis nostrae verecundia sui documentum … illo die exhibuit, quo … = la verecondia della nostra città diede prova di sé quel giorno in cui … || cito adparebit pars civitatis deterior quanto praegravet = subito risulterà chiaro quanto la parte peggiore dei cittadini prevalga (sull'altra) || adrecta omni civitate quanta fides amicis Germanici (futura esset) = tutta la città era nell'attesa di sapere quale sarebbe stata la fedeltà degli amici di Germanico || civitas una sociorum atque amicorum duabus deterrimis mulierculis vectigalis fuit = una città di alleati e di amici divenne tributaria di due tra le peggiori sgualdrine || Calenus Delphos, Thebas et Orchomenum voluntate ipsarum civitatium recepit = Caleno prese possesso di Delfi, di Tebe e di Orcomeno con il consenso delle città stesse || civitatem in Catonis et in ipsius Bruti fide locatam … funditus perdidissem = avrei portato alla rovina totale una città posta sotto il patrocinio di Catone e dello stesso Bruto || civitati Syracusanorum egredi numerum edendis gladiatoribus finitum permittebatur = si accordava ai Siracusani il permesso di superare il numero stabilito di spettacoli gladiatori || civitas … exulem et regem ipsum et liberos eius et gentem Tarquiniorum esse iussit = la città mandò in esilio il re stesso e i suoi figli e (tutta) la famiglia dei Tarquini || arbitros inter civitates dat qui litem aestiment poenamque constituant = (presente storico) assegnò alle popolazioni dei giudici conciliatori che valutassero i danni e stabilissero le indennità || civitatis ius, bona fortunae possessionesque omnium in dubium incertumque revocantur = i diritti politici, i beni, le fortune e le sostanze di tutti sono di nuovo messi in dubbio e in pericolo || accidit ut Verres veniret Lampsacum cum magna calamitate et prope pernicie civitatis = accadde che Verre venisse a Lampsaco con grande danno e quasi rovina della città || civitatem obstringo neque obsides repetituros neque auxilium a populo Romano imploraturos = obbligare i cittadini a non richiedere più gli ostaggi e a non implorare l'aiuto del popolo romano || amisimus omnem non modo sucum et sanguinem sed etiam colorem er speciem pristinam civitatis = abbiamo perduto non solo tutta la linfa e il sangue, ma anche l'aspetto a l'antica bellezza delle (nostre) istituzioni || adeo ut efficacius obligentur animi civitatum, quibus inter obsides puellae quoque nobiles imperantur = a tal punto che si tengono legate più efficacemente quelle popolazioni dalle quali si esigono, tra gli ostaggi, anche delle nobili fanciulle || civitas propter Germaniae vicinitatem … cultu et feritate non multum a Germanis differebat = questo popolo per la vicinanza con la Germania non differiva molto per condizione di vita e per la ferocia dai Germani || Campanis equitum honoris causa, quia cum Latinis rebellare noluissent, civitas sine suffragio data = ai Campani, per rendere onore ai cavalieri che avevano rifiutato di ribellarsi a fianco dei Latini, si concesse la cittadinanza senza diritto di voto || bestiae partim indulgent generi … partim cursu … laetantur, congregatione aliae coetum quodam modo civitatis imitantur = alcune (bestie) si dedicano alla prole, altre si rallegrano a correre, altre, radunandosi (in vita comune), imitano in certo qual modo l'aggregazione delle città || coactos esse iure iurando civitatem obstringere sese neque obsides repetituros neque = (discorso indiretto) erano stati costretti a obbligare con giuramento i (loro) cittadini a non richiedere più gli ostaggi e a non ...


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


Sfoglia il dizionario latino-italiano a partire da:


{{ID:CIVITAS100}} ---CACHE---