Dizionario Latino-Italiano


 Cerca a tutto testo   Cerca nelle forme flesse



vŏco
[vŏco], vŏcas, vocavi, vocatum, vŏcāre
verbo transitivo I coniugazione

vedi la coniugazione di questo lemma

1 chiamare per far venire, chiamare per nome
2 convocare
3 invocare gli dei, implorare
4 invitare a pranzo o a cena
5 sfidare, invitare a combattere, provocare
6 diritto chiamare in giudizio, citare
7 incitare, esortare, indurre, allettare, invitare
8 nominare, designare a un incarico
9 portare o trarre in una condizione, trascinare, esporre
10 ecclesiastico chiamare alla fede
11 attirare, indurre
12 chiedere, domandare

permalink
<<  vocivus Vŏcōnĭānus  >>

Locuzioni, modi di dire, esempi


aliquem ad me voco = chiamare qualcuno a sé || aliquem ad salutem voco = mettere al sicuro, salvare qualcuno || voco in crimen = accusare, incriminare || voco in contionem = chiamare il popolo a comizio, convocare l’assemblea del popolo || aliquem in spem voco = invitare qualcuno a sperare || aliquid in iudicium voco = differire qualcosa al procedimento giudiziario || voco (ad prandium) = invitare a pranzo || aliquem, aliquid in crimen voco = accusare qualcuno o qualcosa || aliquem voco ad testimonium = ricorrere alla testimonianza di qualcuno || voco aliquem ad vitam = esortare qualcuno a conservare la propria vita || cavillans vocare … = chiamava ironicamente… || voco ad computationem = chiamare a fare un conto (di una successione) || voco ad cenam = invitare a cena || voco aliquem in invidiam = esporre qualcuno all’odio, rendere qualcuno odioso || ad Pellaeum, quod vocant = presso la località chiamata Pelleo || ad Spelaeum, quod vocant = alla Caverna, come la chiamano || ad caelum voco = levare al cielo, celebrare || ad bellum voco = chiamare alla guerra || voco ad arma = chiamare alle armi || ad calculos aliquem voco = invitare qualcuno a fare un conto; mettere in conto qualcosa || voco in senatum o senatum voco = convocare il senato || ad libertatem voco = mettere in libertà || ad suffragium voco = chiamare al voto || voco aliquid in dubium = mettere in dubbio qualcosa || aliquem auxilio voco = chiamare qualcuno in aiuto, invocare la protezione di qualcuno || voco aliquem in ius = citare qualcuno in giudizio || voco domum suam = invitare a pranzo || voco sidera = invocare gli astri || Macedoniam suam vocat = dice che la Macedonia è di sua proprietà || casus vocandi = caso vocativo || viros voco = chiamare gli uomini al servizio militare || voco pugnas = chiamare ai combattimenti || aliquem in contionem voco = chiamare qualcuno davanti all’assemblea popolare, citarlo dinanzi al popolo || ad exitium vocare = mandare in rovina || in discrimen voco = compromettere || auxilium voco = chiamare aiuto || casus vocandi = il caso vocativo || Paeana voca = di Peane (epiteto di Apollo) || voco deos = invocare gli dèi || voco in luctum = gettare nell'afflizione || voco in medium = sottomettere a giudizio pubblico || votis imbrem voco = invocare la pioggia facendo voti || votis vocare deos = invocare gli dèi facendo loro dei voti || ad (o in) arma voco (o convoco) = chiamare alle armi || ad Heraeum quod vocant naves adplicuit = approdò con le navi presso la località detta Ereo || ad Xylinen quam vocant Comen posuit castra = si accampò presso Xyline che è detta Come || ad prandium vulgo voco = chiamo il popolo per il pranzo || aliquem ad cenam invito o voco = invitare qualcuno a cena || votis o in vota o per vota voco deos = invocare gli dèi con voti, far voti agli dèi || amicitiam ad calculos voco = sottoporre l'amicizia a un calcolo preciso; riflettere attentamente sull'amicizia || ad digiti sonum voco aliquem = chiamare qualcuno con lo schiocco delle dita || e tenebris in lucem voco = dalle tenebre far venire la luce del giorno || vulgo ad prandium voco = invitare a pranzo tutti senza distinzioni || in verba o vota vocare = chiamare come testimone di un giuramento || voco aliquem nutu vocibusque = chiamare qualcuno con i gesti e con la voce || voce deos voco = invocare gli dèi ad alta voce || adrogantia vocare offensas = suscitare ostilità con l'arroganza || alii alios increspantes timidos vocant = rimproverandosi l'un l'altro si chiamano vigliacchi || aliquem ore supremo voco = chiamare qualcuno con voce morente || voco divos in vota = chiamare gli dèi a realizzare i suoi voti || ad prandium uxor me vocat = mia moglie mi chiama per il pranzo || servum ad pilleum voco = affrancare uno schiavo || rem in medium voco = sottoporre al pubblico giudizio || voco in portionem muneris = chiamare a partecipare degl’impegni || voco in partem praedamque = chiamare a condividere il bottino || voco deos in verba = chiamare il cielo a testimone delle proprie parole || voco rem ad senatum = deferire una questione al senato || voco aliquem in partem o portionem (alicuius rei) = mettere qualcuno a parte, fare qualcuno partecipe (di qualcosa) || animal quem vocamus hominem = l'animale che chiamiamo uomo || vocat puellam in ius = chiama la fanciulla in giudizio || voco imbrem votis = invocare la pioggia con i suoi voti || voco offensas arrogantiā = provocare odi per la propria arroganza || voco hostes (in certamina) = provocare il nemico || voce vocare Hecaten = invocare a gran voce Ecate || aliquem in ius voco ad praetorem = chiamare qualcuno in giudizio (citarlo in tribunale) davanti al pretore || voco carmina in crimen = incriminare dei versi || aurae vela vocant = i soffi dell'aria (= i venti) invitano le vele || aliquem ex iure manum consertum voco = chiamare (qualcuno) dal tribunale per decidere con un combattimento simbolico una questione di proprietà || aliquid in controversiam adduco o voco o deduco = sottoporre qualcosa a discussione || voco verba sub iudicium = sottomettere le parole alla critica || aliquem hostem atque parricidam voco = trattare qualcuno come parricida e nemico pubblico || adposita cena sit popularem quam vocant = fosse stato imbandito un banchetto così detto popolare (= aperto a tutti) || cantu vocat in certamina divos = sfida a gareggiare gli dèi nel suonare || animum mentem quam saepe vocamus = lo spirito o la mente, come spesso la si chiama || vocavit Adam nomen uxoris suae Heva = Adamo diede alla sua sposa il nome di Eva || centuriones tribunos plebei et Volerones voco = chiamare i centurioni, i tribuni della plebe e i Voleroni || vocavit Deus firmamentum caelum = Dio chiamò il firmamento cielo || ad capita quae vocant Sari fluminis = presso le cosiddette bocche del fiume Sari || P. Clodium … ad vim numquam vocavit = non sfidò mai Publio Clodio sul piano della violenza || artificiosa eloquentia quam rhetoricam vocant = l'eloquenza artistica, che chiamano retorica || amicum vocas cuius disponitur salutatio? = chiami amico colui il cui saluto segue l'ordine di importanza || aliquem ad disquisitionem populi o senatus voco = sottoporre qualcuno ad inchiesta davanti al popolo o al senato || voco, convoco, cogo senatum = riunire il senato || Bruttiosque se ex nomine mulieris vocaverunt = e dal nome della donna si denominarono Bruzi || Albicos barbaros homines ad se vocaverant = avevano chiamato presso di loro gli Albici, uomini barbari || naias una fuit; nymphae Syringa vocabant = c'era una naiade, che le ninfe chiamavano Siringa || quacumque vacat spatium, quod inane vocamus = dovunque si apre lo spazio che chiamiamo il vuoto || bene vocas! verum vocata res est = grazie dell'invito, ma io ho già un impegno || cidarim Persae vocabant regium capitis insigne = i Persiani chiamano [cidaris] il diadema dei re || vocabant ferentarios qui depugnabant fundis et lapidibus = chiamavano [ferentarii] i combattenti con fionde e sassi || voco in ius o in iudicium o ad iudicium o ad iudicem o in rostra = citare in giustizia || adimpleti tibiarum cantu vocant deam suam = riempiti col suono del flauto, invocano la loro dea || Athenienses Harmodium et Aristogitonem tyrannicidas vocant = gli Ateniesi chiamano tirannicidi Armodio e Aristogitone || Augustus tria carcinomata sua vocare solebat = Augusto aveva l'abitudine di chiamarli le sue tre piaghe (Agrippa e le due Giulie) || ad usurpandam libertatem paucas tribus voco = chiamare qualche tribù solo per rivendicare la libertà || animum dico quam mentem saepe vocamus = dico l’animo, che spesso chiamiamo mente || alterum genus (panaces) Heraclion vocant = una seconda specie di panace detta Heraclion (perché sarebbe stata scoperta da Ercole) || agmina in arma vocat ferumque retractat = chiama le schiere alle armi e riprende a combattere || aliquem iudicio arcesso o in iudicium adduco o deduco o voco = citare qualcuno in giudizio || voco matrem mammam, patrem tatam = chiamare la madre [mamma], il padre [tata] || aliquem in iudicium o in ius voco o adduco o deduco o devoco = citare qualcuno in giudizio || animal hoc providum sagax multiplex quem vocamus hominem = quell'essere previdente, sagace, versatile che chiamiamo uomo || centuriones nutu vocibusque hostis vocare coeperunt = i centurioni cominciarono a provocare a gesti e parole i nemici || atque deos atque astra vocat crudelia mater = la madre chiama crudeli gli dèi e le stelle || Carthaginienses fessos nox imberque ad necessariam quietem vocabat = la notte e la pioggia invitavano i Cartaginesi spossati a prendersi il riposo necessario || Byblida iam mavult, quam se vocet ille sororem = ormai preferisce che lui la chiami Biblide, anziché sorella || Cicero genus et speciem, quam eandem formam vocat, a finitione deducit = Cicerone separa il genere e la specie, alla quale dà anche il nome di forma, dalla definizione || aggeres faciunt sine fossa: eos quidam vocant muros ut in agro Reatino = si fanno dei terrapieni senza fossato; alcuni li chiamano muri come nel Reatino || asseres ferreo unco praefixi — harpagones vocat miles — ex Punicis navibus inici in Romanas coepti = dalle navi puniche cominciarono a essere lanciati sulle navi romane pali forniti di un uncino di ferro, che i soldati chiamano arpagoni


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


Sfoglia il dizionario latino-italiano a partire da:


{{ID:VOCO100}} ---CACHE---