Dizionario Latino-Italiano


 Cerca a tutto testo   Cerca nelle forme flesse



vĕnĭa  [veniă], veniae
sostantivo femminile I declinazione

vedi la declinazione di questo lemma

1 grazia, favore, benevolenza
2 permesso, facoltà, licenza
3 comprensione, remissione, indulgenza, condiscendenza
4 venia, perdono, scusa, attenuante, giustificazione
5 tregua, sollievo

permalink
<<  Vĕnĕtus vĕnĭābĭlis  >>

Locuzioni, modi di dire, esempi


qua veniam? = per quale strada andrò? || alicui veniam dare ut … = accordare a qualcuno il permesso di … || veniam do = condonare || cum bona venia = con il benevolo assenso, con permesso, con buona pace || aliquem venia prosequor = fare un'accoglienza favorevole a qualcuno || do veniam = perdonare, scusare || bona venia alicuius = con il premesso di qualcuno || accepit veniam = ottenne il perdono || bona tua venia = con tua licenza || bona venia vestra = col vostro permesso || bonā veniā tuā dixerim = detto senza offendere || a Caesare invitor ut ad se veniam = sono invitato da Cesare a recarmi da lui || pacem veniamque impetro a victoribus = ottenere dai vincitori la pace e il perdono || honorem o veniam praefor = chiedere scusa || (cum) bonā pace o venia = con permesso, senza offendere || datur petentibus venia = si concede ai supplicanti il favore richiesto || brevis venia exsilii = sospensione temporanea dell'esilio || bona venia me audies = spero che mi ascolterai senza offenderti || datur haec venia antiquitati, ut … = si concede all’antichità di … || L. Caesar ut veniam ad se rogat in nemus = Lucio Cesare mi chiede di recarmi da lui (nella sua villa) al bosco di Diana || pacem veniamque precor deorum = invocare l’aiuto benigno degli dèi || vulgato petentium veniam more = nella maniera solita per chi chiede perdono || a Caesare victore veniam accipio = avere il perdono di Cesare il vincitore || aequom postulat: da veniam = chiede una cosa giusta: concedi(gli) il permesso || ad petendam veniam legatis mittendis = per chiedere il permesso di inviare ambasciatori || ceteris veniam et impunitatem dandam puto = agli altri credo che si debba accordare il perdono e l'impunità || Caesar petentibus Haeduis dat veniam = (presente storico) Cesare accorda agli Edui l’implorato perdono || amabo mea dulcis lpsithilla iube ad te veniam meridiatum = ti prego, mia dolce Ipsitilla, fammi venire da te a passare il pomeriggio || dabunt veniam votis irasque remittent esse = concederanno il perdono alle tue invocazioni e deporranno la loro ira || aetati suae se veniam petere ne in prima acie esset = egli chiedeva, in considerazione della sua età, la grazia di non essere schierato in prima fila || ad ea Caesar veniam ipsique et coniugi tribuit = a queste parole Cesare concesse la grazia a lui ed alla moglie || ab dis immortalibus pacem ac veniam petunt = chiedono agli dèi immortali aiuto benigno || voluntario maleficio veniam dari non oportere = che non bisogna perdonare un torto intenzionale || ceteros veniae vel saevitiae Vitellii reliquit = abbandonò gli altri a Vitellio perché li perdonasse o incrudelisse su di loro || narraturo mihi vitam defuncti hominis venia opus fuit = nell'accingermi a narrare la vita di un defunto, ho provato il bisogno di chiedere indulgenza || bona venia huius optimi viri dixerim = permettetemi di dire con buona pace dell'ottima persona qui presente || aequum est peccatis veniam poscentem reddere rursus = è giusto che chi chiede perdono per le (proprie) colpe a sua volta lo conceda || dat veniam corvis, vexat censura columbas = la censura grazia i corvi e perseguita le colombe || da veniam fasso, studiis quoque frena remisi = perdona la mia confessione,, mi sono lasciato andare anche negli studi || aestimo utrum plus ante poenae an nunc veniae meriti sitis = giudicare se siate più meritevoli ora di perdono o prima di castigo


Sfoglia il dizionario

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


Sfoglia il dizionario latino-italiano a partire da:


{{ID:VENIA100}} ---CACHE---